Storia

Taping kinesiologico, Kinesiotaping, Taping Neuromuscolare, Taping Kinesi Terapico… tantissimi nomi per dire la stessa cosa: il “cerotto colorato”!

Il Kinesio Taping Method è stato creato e sviluppato nel 1973 da un medico giapponese, Dott. Kenzo Kase.

Nel corso degli anni ha subito innumerevoli modifiche per adattarlo all’esperienza clinica e alla ricerca applicata sul campo, fattori che non era possibile valutare negli anni ’80 perché gli studi necessitavano di maggiore tempo.

 

Successivamente il Taping è stato molto studiato e, dopo opportune modifiche e accorgimenti, applicato con grande successo da una Dottoressa russa, Ekaterina, nei primi anni del 2000 in campo estetico sul viso e collo…nasceva quindi il Facial Taping.

Il facial taping estetico si è sviluppato prevalentemente in Russia, che è diventata patria di eccellenza in campo estetico medicale di questo metodo, e successivamente si è diffuso negli Stati Uniti dopo il 2010.

 

Il Face Taping è uno dei segreti dei divi di Holliwood per una pelle giovane e senza inestetismi, che dona naturale bellezza al viso senza alcuna controindicazione.

Questa tecnica garantisce al viso uno splendore sano e naturale, tonifica la pelle e riduce le rughe ed i risultati sono visibili immediatamente dopo la prima seduta e sono duraturi se le applicazioni vengono ripetute con una certa cadenza.

I moderni medici estetici e cosmetologi tendono a suggerire trattamenti invasivi ed interventi, anche se in molti cominciano a pensare che queste tecniche siano dannose e non raggiungano neanche risultati soddisfacenti e duraturi.

Ma ora ci sono dei metodi migliori per combattere i segni del tempo…noi abbiamo semplicemente bisogno di identificare le giuste azioni naturali e combinarle nel mix adeguato a ciascuno di noi: questa è la missione dell’equipe medica di Natural Beauty.

 

Per raggiungere risultati significativi è necessario essere esperti non solo in anatomia ma anche in fisiologia dei processi di invecchiamento.

Questa conoscenza fornisce le competenze idonee per analizzare la situazione ed identificare le reali dinamiche in corso cercando di prevenirle, invece di tentare di contrastarne le conseguenze.

E’ pertanto fondamentale analizzare accuratamente le vere ragioni dell’invecchiamento del viso sia dal punto di vista anatomico sia della fisiologia, diagnosticando scrupolosamente i processi in corso, quali contorni del viso allargati, guance cadenti, ispessimento delle pieghe nasolabiali o caduta delle palpebre.

 

Gli esperti di Natural Beauty definiscono il giusto mix di interventi preventivi e migliorativi andando a pianificare interventi che agiscono su ossa, muscoli, tendini, legamenti, fascia muscolare (epimisio), grasso sottocutaneo, circolazione sanguigna e sistema linfatico.

 

Vai alla barra degli strumenti